Pietra e taglio /

Blocchetti, lastre e cigli in peperino

FE-BRA produce blocchetti, lastre grezze e cigli di peperino, forniti anche su bancale, di varie dimensioni che vengono utilizzati nell’edilizia in genere (opere portanti, muri di recinzione, rivestimenti e pavimenti) e nell’arredo urbano e da giardino (pavimentazioni, scalinate, copertine e rivestimenti).

I nostri Prodotti

BLOCCHETTI DI PEPERINO
DIMENSIONI - PESO UNITARIO - PEZZI PER BANCALE:
10x26,5x36,5 - KG.22 - sfuso
10x26,5x36,5 - KG.22 - in pacchi - pz.56
13x26,5x36,5 - KG.29 - sfuso
13x26,5x36,5 - KG.29 - in pacchi - pz.42
10x13x36,5 un lato scoppato - KG.11 - su bancale - pz.140
13x13x36,5 un lato scoppato - KG14,5 - su bancale - pz.100
10x22x36,5 un lato scoppato - KG.18 - su bancale - pz.85
13x22x36.5 un lato scoppato - KG.25 - su bancale - pz.60
Pezzame al mc. - sfuso

RIVESTIMENTO DI PEPERINO E PAVIMENTAZIONE
Rivestimento da cm. 5 al mq. KG.100 su bancale
Rivestimento da cm. 9 al mq. KG.180 su bancale
Ciglio 10x26,5 a metro lineare KG. 60 su bancale
Ciglio 13x26,5 a metro lineare KG. 80 su bancale
Lastra 6x36,5x80 KG. 42 su bancale - pz.30
Lastra 6x26,5x53 KG. 20 su bancale - pz.60
Lastra10x26,5x53 KG. 35 su bancale - pz.40
Lastra 3x26.5x53 KG. 12 su bancale - pz.100

Su richiesta possono essere prodotte altre misure.

Il peperino di Soriano nel Cimino

Il peperino è una roccia di origine vulcanica costituita da ceneri, lapilli e frammenti litoidi di varie dimensioni, e di origine diversa, sia magmatica che sedimentaria. Prende questo nome perché i piccoli elementi micacei sulla pasta di fondo grigia, ricordano i grani del pepe. Il peperino o piperino è una roccia tipica delle zone di Soriano nel Cimino e Vitorchiano, in provincia di Viterbo, costituita da frammenti di trachite o di tefrite, e contenente leucite in varie percentuali. Il colore classico è il grigio macchiettato. Viene utilizzata nelle costruzioni tipicamente per la realizzazione di zoccolature, fasce, lastricati, soglie, scale. Durante il Medioevo era utilizzato per costruire abitazioni, scalinate e fontane.
Processo di formazione
Il peperino, una ignimbrite di tipo tufo saldato, deriva dalla cementazione di materiali vulcanici dell'antico Vulcano Cimino. Nel corso dei secoli il tutto si è consolidato, sia per effetto di azioni fisiche connesse con movimenti orogenici, sia per la naturale presenza di cemento formatosi dalla decomposizione di particelle vetrose e di calcio. Questo processo di formazione rende il peperino resistente al tempo ed agli agenti atmosferici, pur rendendolo facilmente lavorabile. Il peperino, detto lapis ciminus, è stato originato dalle lave solidificate del vulcano Cimino, oggi spento e conosciuto come "Monte Cimino"
(mt. 1.053 s.l.m.) e sovrastante la caratteristica cittadina medievale di Soriano.
Storia ed usi
Questa pietra è stata utilizzata fin dal paleolitico e poi, via via, dagli etruschi per i loro sarcofagi e tombe, dai romani per gli edifici pubblici, fino a diventare materiale edificabile dominante per le costruzioni medievali e rinascimentali di cui il territorio viterbese ha innumerevoli e stupende testimonianze a Viterbo e in quasi tutti i suoi splendidi borghi.
Da Soriano nel Cimino il peperino è oggi esportato in tutto il mondo.

FE-BRA, la pietra, il peperino. Una lunga tradizione che, da decenni, lega l’uomo e la nostra azienda al territorio.